Lasciaci un messaggio


Non siamo disponibili al momento. Inviaci un messaggio e ti risponderemo appena possibile

Lasciaci un messaggio
Blog navigation

Ultimi post

Caldaie a condensazione: come funzionano e perché riducono il consumo medio gas

322 Visualizzazioni 1 Mi piace

Oggi sempre più persone e professionisti del settore energia consigliano di installare le caldaie a condensazione per ridurre il consumo medio gas. Infatti la sostituzione dei vecchi modelli con questo tipo di macchinario è uno degli interventi previsti in molti bonus e detrazioni fiscali dedicati alla riqualificazione energetica.

Nello specifico la caldaia a condensazione può aiutare a diminuire il costo dedicato alla materia prima nella bolletta gas, in quanto riesce a consumare meno garantendo le stesse prestazioni di un modello tradizionale.

Ecco tutte le informazioni utili per capire il perché di questo risparmio in bolletta, così come il funzionamento della caldaia e la riduzione del consumo medio gas necessario.

 

Come funzionano le caldaie a condensazione?

Innanzitutto è bene avere chiaro cos'è una caldaia a condensazione e come funziona. Solo in questo modo è possibile capire l'effettivo risparmio sul consumo medio gas promesso dai produttori e dai fornitori di energia. La caldaia a condensazione è un particolare tipo di caldaia, che è a tenuta stagna e può portare a una riduzione dei consumi di casa anche fino al 30%. Questo è possibile perché il meccanismo a condensazione sfrutta il calore della condensazione del vapore acqueo che è presente nei fumi di scarico, che nei macchinari precedenti venivano dispersi nell'ambiente.

Perciò il modello a condensazione scalda l'acqua tramite il gas, esattamente come le precedenti tipologie, però non disperde i fumi di scarico bensì li riutilizza. Dunque il calore di questi fumi di scarico preriscalda l'acqua che quindi non deve aumentare di tanto la temperatura, ad esempio da molto fredda a molto calda. Questo si traduce nell'utilizzo di minore energia necessaria per riscaldare lo stesso quantitativo di acqua, e quindi nella riduzione del consumo medio gas.

Di conseguenza i vantaggi di una caldaia a condensazione possono essere riassunti così:

  • Meno emissioni e meno inquinamento;
  • Costi di gestione e manutenzione ridotti;
  • Impianti affidabili;
  • Accesso a detrazioni e bonus fiscali;
  • Possibilità di abbinamento della caldaia a un impianto a pannelli solari per aumentare l'efficienza di casa.

 

Quanto si risparmia sul consumo medio gas con le caldaie a condensazione?

Sicuramente il risparmio a Bassano del Grappa o in un'altra località nel Nord Italia può essere diverso rispetto ad una in un paese già caldo. Allo stesso tempo anche il modello della caldaia e le abitudini di consumo sono due elementi che influenzano notevolmente la riduzione del consumo medio gas e dei costi in fattura.

In generale la materia energia consumata si riduce di circa il 15/20% in un anno, ma questo valore può raggiungere anche il 30% in base a:

  • Il tipo di caldaia precedentemente installate;
  • Le dimensioni dell'immobile da riscaldare;
  • L'isolamento termico dell'abitazione;
  • L'utilizzo delle termovalvole;
  • Il tipo di impianto di riscaldamento installato.

 

questo link puoi ottenere maggiori informazioni sulle detrazioni e sui bonus dedicati alla sostituzione dei vecchi modelli con caldaie a condensazione. Infine una cosa molto importante da sapere è che secondo la normativa vigente (italiana ed europea) la caldaia a condensazione è l’unica tipologia che può essere installata nelle abitazioni italiane, ad eccezione per le caldaie tradizionali aperte collegate a canne fumarie ramificate per condomini.