Ciao, posso esserti d'aiuto ?

Iva agevolata

Detrazioni Fiscali 2020 per la ristrutturazione e la riqualificazione energetica, bonus 50% e 65%

PAGAMENTI SOLO MEDIANTE BONIFICO BANCARIO PARLANTE

Per fruire della detrazione è necessario che i pagamenti siano effettuati con bonifico bancario parlante da cui risultino:

  • la causale del versamento (numero ordine oppure richiedere fattura anticipata in fase di ordine)
  • il codice fiscale del beneficiario della detrazione
  • il numero di partita Iva o il codice fiscale del soggetto a favore del quale è effettuato il bonifico

 

Bonus ristrutturazioni edilizie 2020 detrazione IRPEF 50%

La detrazione fiscale per le ristrutturazioni, viene concessa nella misura del 50% in caso di ristrutturazione, restauro, manutenzione straordinaria, abbattimento delle barriere architettoniche e manutenzione ordinaria. Limite massimo di spesa pari a 96.000,00 euro per unità immobiliare fino al 31 dicembre 2020.

ATTENZIONE: gli interventi di manutenzione ordinaria sono detraibili solo quando le opere riguardano parti comuni (condominiali). La detrazione spetta ad ogni condomino in base alla quota millesimale.

Ecobonus riqualificazione energetica 2020 detrazione IRPEF fino al 65%

La legge di bilancio ha prorogato fino al 31 dicembre 2020 anche l’ecobonus, con detrazioni IRPEF fono al 65%, limite massimo di spesa va da 30.000,00 a 100.000,00 euro, in base alla tipologia di intervento, per unità immobiliare fino al 31 dicembre 2020.

detrazione IRPEF al 65% per una serie di lavori quali: installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda; sostituzione di scaldacqua tradizionali con scaldacqua a pompa di calore; sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione almeno in classe A con sistemi di termoregolazione evoluti; sostituzione di impianti esistenti con micro-cogeneratori; l’acquisto e l’installazione di dispositivi multimediali per il controllo da remoto degli impianti

ATTENZIONE: per usufruire delle detrazioni occorre l'asseverazione da parte di professionisti abilitati attraverso l’attestazione della prestazione energetica degli edifici. Necessaria la legge 10.

detrazione IRPEF al 50% per le spese relative a: sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a biomassa e caldaie a condensazione in classe A; acquisto e la posa in opera di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili; acquisto e posa in opera di finestre comprensive di infissi; acquisto e posa in opera di schermature solari.

Importante: le detrazioni non valgono in caso di nuove costruzioni, ampliamenti o demolizioni e ricostruzioni.

Bonus climatizzatori 2020 detrazione IRPEF 50% e 65%

Il BONUS CLIMATIZZATORI è un’agevolazione che spetta ai contribuenti sia in presenza di una ristrutturazione edilizia che senza ristrutturazione. Come funziona? Dipende dal tipo di intervento e dal tipo di impianto, in quanto da ciò dipende se rientra nel bonus ristrutturazione, risparmio energetico o bonus mobili ed elettrodomestici. Limite massimo di spesa pari a 96.000,00 euro per unità immobiliare fino al 31 dicembre 2020.

ATTENZIONE: il bonus condizionatori SENZA RISTRUTTURAZIONE è possibile SOLO se si SOSTITUISCE un vecchio impianto con uno nuovo a pompa di calore e ad alta efficienza energetica. Ecobonus detrazione del 65% per un massimo di spesa di euro 46.154,00 euro

Bonus Caldaia 2020 detrazione IRPEF 50% e 65%

La legge di Bilancio 2020 prevede un BONUS CALDAIA con spese detraibili fino al 65%. Il bonus caldaia 2020 è rivolto ai contribuenti che abbiano intenzione di sostituire o integrare l'impianto di climatizzazione invernale


ATTENZIONE: è necessario inviare una comunicazione all’ENEA relativa alla classe energetica e alla potenza elettrica assorbita.

 

Bonus Mobili 2020 detrazione IRPEF 50%

Il bonus mobili dà diritto ad una detrazione del 50% rivolta a chi acquista mobili ed elettrodomestici a seguito di lavori di ristrutturazione.
Il bonus mobili 2020 potrà essere richiesto fino ad un massimo di 10.000 euro di spesa e ne hanno diritto tutti i contribuenti che ristrutturano casa accedendo alla relativa detrazione fiscale.

 

Puoi usufruire dell'Iva agevolata?

Ecco come procedere:

  1. Effettua la registrazione o il login
  2. Aggiungi i prodotti al carrello e fare il checkout
  3. Richiedi la fattura
  4. Seleziona "IVA agevolata: seleziona questa opzione per usufruirne nel tuo ordine"
  5. Seleziona il metodo di pagamento Bonifico Bancario
  6. Conferma ed invia l'ordine
  7. Effettua il pagamento tramite bonifico dopo aver ricevuto via mail la fattura

 

IVA AGEVOLATA 4% COSTRUZIONE PRIMA CASA

Requisiti
l'immobile non deve presentare caratteristiche di lusso, secondo i criteri indicati nel decreto 2 agosto 1969
occorre dichiarare di non essere titolare, neppure per quote, anche in regime di comunione legale su tutto il territorio nazionale dei diritti di proprietà, usufrutto, uso, abitazione e nuda proprietà su altra casa di abitazione acquistata dallo stesso soggetto o dal coniuge con le agevolazioni di cui al presente articolo...

Documenti richiesti
Copia permesso di costruire valido | validità 3 anni salvo proroghe
Copia Carta identità
Copia Codice Fiscale o tessera Sanitaria in corso di validità
Il pagamento può essere effettuato tramite bonifico bancario

IVA AGEVOLATA 10% RESTAURO, RISTRUTTURAZIONE RISANAMENTO CONSERVATIVO

Interventi previsti:
Per tutti gli interventi di recupero edilizio è prevista l'applicazione dell'aliquota iva del 10%.
ln particolare:
1.  Prestazioni di servizi dipendenti da contratti di appalto o d'opera relativi alla realizzazione degli interventi di:

restauro
risanamento conservativo
ristrutturazione

2.  Dell'acquisto di beni, con esclusione di materie prime e semilavorati, impiegati nel risanamento conservativo e di ristrutturazione edilizia, individuate dall'articolo
3.  Lettere c) e d) del T.U. delle disposizioni legislative e regolamenti in materia edilizia, approvato con DPR 6 giugno 2001, n. 380

Documenti richiesti
Copia Carta identità
Copia Codice Fiscale o tessera Sanitaria in corso di validità
Copia DIA o SCIA
Il pagamento può essere effettuato tramite bonifico bancario.

IVA AGEVOLATA 10% MANUTENZIONE ORDINARIA E STRAORDINARIA

Viene applicata:
Sulle prestazioni di servizi relativi a interventi di manutenzione, ordinaria e straordinaria, realizzati su immobili residenziali è previsto un regime agevolato, che consiste nell'applicazione dell'Iva ridotta al 10%.
Le cessioni di beni restano assoggettate all'aliquota Iva ridotta, invece, solo se la relativa fornitura è posta in essere nell'ambito del contratto di appalto che ha ad oggetto gli interventi di manutenzione.

Non viene applicata:
Ai materiali o ai beni forniti da un soggetto diverso da quello che esegue i lavori
Ai materiali o ai beni acquistati direttamente dal committente
Alle prestazioni professionali, anche se effettuate nell'ambito degli interventi finalizzati al recupero edilizio
Alle prestazioni di servizi resi in esecuzione di subappalti alla ditta esecutrice dei lavori

Per usufruirne:
è consigliabile che i beni vengano acquistati direttamente dal prestatore dei servizi di manutenzione ordinaria o straordinaria, il quale provvederà a fatturarli al committente in uno con i servizi prestati.

IVA AGEVOLATA 10% COSTRUZIONI IMMOBILI AVENTI REQUISITI (Legge Tupini)

Requisiti:
Usufruiscono dell'Iva agevolata i prodotti finiti per la costruzione di fabbricati che rispecchiano i requisiti previsti dalla Legge Tupini (Legge n. 408 del 1949).
Le agevolazione fiscali sono relative esclusivamente ai beni "significativi" come : SANITARI/RUBINETTERIE/BOX DOCCIA/PIATTI DOCCIA.

Documenti richiesti:
Copia Carta identità
Copia Codice Fiscale o tessera Sanitaria in corso di validità
Copia DIA o SCIA

Il pagamento può essere effettuato tramite bonifico bancario.

IVA AGEVOLATA 4% AGEVOLAZIONI PER DISABILI

Requisiti:
Sono previste anche agevolazioni di iva al 4% per le persone disabili che acquistano prodotti e mezzi di ausilio, sotto prescrizione medico-specialistica della ASL, a condizione che il prodotto sia necessario per migliorare o garantire l'autonomia personale.

Documenti richiesti:
Copia Carta identità
Copia Codice Fiscale o tessera Sanitaria in corso di validità
Certificato di invalidità rilasciato da ASL

Il pagamento può essere effettuato tramite bonifico bancario.