Lasciaci un messaggio


Non siamo disponibili al momento. Inviaci un messaggio e ti risponderemo appena possibile

Lasciaci un messaggio
Blog navigation

Ultimi post

Acquisto del climatizzatore: quali detrazioni fiscali?

193 Views 2 Liked

I condizionatori e i climatizzatori possono accedere alle detrazioni fiscali del 50% sulle ristrutturazioni oppure a quelle del 65% per l’efficientamento energetico se vanno a sostituire un impianto di riscaldamento esistente; entrambe le tipologie di detrazioni fiscali sono ripartite in 10 anni.

In sintesi, i bonus fiscali previsti in caso di acquisto dei condizionatori sono:

  1. bonus ristrutturazione al 50% fino al 31 dicembre 2020 senza dover eseguire necessariamente lavori edilizi.
    Il condizionatore a pompa di calore anche non ad alta efficienza deve sostituire un vecchio apparecchio già presente nell’abitazione oppure deve essere acquistato per integrare l’impianto di riscaldamento esistente. Quindi il 50% del costo è detraibile dall’Irpef, in dieci rate annuali e la spesa massima ammessa è di 96mila euro per unità immobiliare. Per avere la detrazione occorre pagare con bonifico bancario o postale parlante da cui risultino la causale del versamento, con riferimento alla norma (articolo 16-bis del Dpr 917/1986), il codice fiscale del beneficiario della detrazione e il codice fiscale o numero di partita Iva del beneficiario del pagamento.
  2. Bonus mobili al 50% con lavori di ristrutturazione: se è stata fatta una ristrutturazione, si può procedere all’acquisto del climatizzatore in classe energetica alta usufruendo del “bonus mobili”
  3. Ecobonus del 65%: la detrazione fiscale può essere fruita a condizione che l’intervento sia destinato a sostituire impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di pompe di calore ad alta efficienza o impianti geotermici a bassa entalpia.
  4. Conto termico: con tale agevolazione si possono acquistare climatizzatori a pompa di calore con determinate prestazioni energetiche, che devono essere installati in sostituzione di un impianto di riscaldamento preesistente. Il valore della somma erogata dipende da vari fattori, tra cui le prestazioni della macchina e la zona climatica di installazione.

 

Articolo tratto da cosedicasa.com

Lascia un commento

Accedi per commentare